­

Sbagliare sul lavoro

Sbagliare sul lavoro

Oggi ho lavorato male: ho sbagliato un lavoro e questo mio sbaglio avrà un effetto che provocherà a più persone un misto di delusione, ansia e tristezza, generando tensioni tra la gente.

Io ho lavorato fidandomi di alcune persone, ma sono stato tradito. Eppure la responsabilità del lavoro era mia: quindi, la colpa è mia.

Quando sono arrivato a casa e mi sono seduto sulla poltrona, sul divano di fronte c'erano sedute zia tristezza, zia  delusione e sorella speranza.

Zia Tristezza mi guarda e mi fissa togliendosi gli occhiali, scuotendo la testa con un senso di disapprovazione. Si  pulisce di continuo gli occhiali e ritorna a fissarmi molto severa.

Delusione è una zia grassa, che mangia di continuo dolci e ti guarda facendo sorrisini e smorfie come a dirti che lei avrebbe fatto meglio di te.

Poi c'è speranza, che asseconda delusione e tristezza, ma quando nota di non essere osservata, mi fa l'occhiolino e mi fa capire guardando l'orologio che domani è un'altro giorno. Che tutto sarà passato a tutti. I suoi occhi sono così dolci che sto già meglio, e di nascosto mi fa anche vedere la foto della piccola gioia che domani verrà a trovarmi.

Grazie speranza di avermi aiutato a vedere la gioia.

Aspetto domani e vediamo.

E' così la storia Gesù? A me funziona, senti la mamma cosa ne pensa...

Grazie

Roberto

Roberto R15 +++
­