­

folla nelle metropoli del terzo millennio

folla nelle metropoli del terzo millennio

folla nelle metropoli
del terzo millennio

Milano Duomo 29 09 2016 16;15

C’è la folla , che non esulta, è indifferente
Non vede nulla , tutto troppo veloce
Chi ha il suo cammino veloce , chi velocissimo
Ognuno con una meta , sguardo dritto , pensiero fitto.
Cielo azzurro sopra la testa, luce del sole scalda il giusto
Si , le persone possono essere veramente sole
Non ti puoi fermare nella folla , tutti sono nella strada
Larga e facile , tanti vanno giu- e tanti vanno su,
Se ti fermi ti travolgono, non ti chiedono scusa
Sei tu che fermi il loro cammino, correre nel materiale.
Ma Ora Gesù caro, c’è un angolino e mi fermo
Un punto di ristoro di luce….
Qui mi fermo , nessuno e niente mi travolge
Sono in pace .
E sai una cosa , penso a te con Amore ,
nel tuo cerchio con tuoi apostoli
Io per un attimo saro’ , Matteo , Luca o Pietro.
Per vederti con i loro occhi, in semplicità di empatia canalizzata.
Eccoti , Che modi semplici, sorridente come ti poni con tutti noi
trasmetti la fratellanza dell’Amicizia della fanciullezza
sei un albero pronto a abbracciare con i suoi rami
tutto il mondo , con una carezza nel cuore.
Pensare con misericordia , hai appena detto……
esce dai tuoi occhi svegli e vigili.
In parola parli e noi ascoltiamo con il cuore,
nell'uomo non è il dolore che annulla la speranza, neppure il morire, ma l'essere senza conforto nel giorno del dolore.
Ed è questo che Gesù insegna ai dodici.
Insegna per prima cosa "come guardare". Prima ancora di come parlare, di che cosa fare, insegna uno sguardo che abbia commozione e tenerezza
Ora rientro nella realtà
Ora mi rituffo nella folla, mi metto raso terra
Fermo. e posso vedere
tra le gambe dell’umanità che corrono veloci
e nei vuoti che si formano
Tra uomo e uomo,
e come una apparizione
Eccoli davanti a me , sono gli invisibili .
sono sempre stati li’, immobili.
“Le pecorelle smarrite nella folla”
Loro sono fermi nel cammino , aspettano il tempo
Giusto, si sono arresi alla Folla
Alcuni hanno un tenero cane e i loro occhi sono preoccupati
Non per loro, ma per cosa daranno ’da mangiare al loro unico
Amico, forse troppa dignità per allungare la mano nella
Folla per chiedere l’elemosina .
Ma accettano volentieri
il sorriso sincero, è oro per loro
Loro non sono consapevoli
Che la loro ombra è delle volte
Marcata, dalla misericordia .
Per farli rialzare e riportarli nella folla, ,
ma sicuramente cammineranno
Più lenti e attenti al prossimo ,
saranno più attenti al raso terra fermo
Pronti a sostenere altri fratelli.
Doniamo sorrisi sinceri
Fermiamoci per un attimo
Nel raso terra per la terra

Grazie
------///____

Roberto
Locuzioni interiori

 

link facebook_angeli_di_luce 3400 mi piace 164 commenti

­