­

E già Riflessione in piena pace interiore personale da uomo di Dio :

E già Riflessione in piena pace interiore personale da uomo di Dio :

E già
Riflessione in piena pace interiore personale da uomo di Dio :
Quando muore un figlio
Dio piange, piange con noi, dentro le nostre case.
Quando Dio ci ha mostrato il Suo volto nella carne di Gesù, uomini e donne videro Dio piangere poco fuori la casa di Betania piangere per l’amico che la morte gli aveva strappato, piangere per quei singhiozzi di Marta e Maria, le amiche del cuore.
Quando muore un bambino/a alza gli occhi e ascolta,
Dio singhiozza dalla porta accanto.
Quando muore un bambino/a non dire che questa è volontà di Dio
Si ripetono quasi senza pensare, suonano irriguardose, se non irritanti per Dio e per gli uomini. Svelano immagini tristi di Dio. Come quando a conforto si dice: «Era un angioletto, Dio vuole accanto a sé gli angioletti», oppure «Dio coglie i fiori più belli, per il suo giardino». Non mi riesce di immaginare, anzi mi fa tremare il cuore, un Dio che strappa ai genitori figli, per volerli accanto a sé, un Dio che recide fiori per la gioia di goderseli nel suo Paradiso.
Dio non strappa, non recide, accoglie...come un padre vero
Amore vero concreto
Pace nel vostro cuore
-----///_____
Grazie
Roberto

­