­

un semplice tiro di pallone di Fanciulli

un semplice tiro di pallone di Fanciulli
Mi sono promesso 
Di scrivere per un po’ nella mia 
Mente e cuore e nell’ anima libera 
Usando la più "bella" calligrafia 
Della scuola dei profumi dell’infanzia.. 
occhi di intesa innocenti per un semplice tiro di pallone di Fanciulli

sogno le verità invisibili di piccole storie semplici, 
Fanciulli che giocavano davanti alla cattedrale del paese in festa 
il caso fortuito bianco di gioia , un tiro forte e dritto ha fatto 
entrare e roteare il pallone fin dentro la Chiesa, durante la messa solenne ,
gelidi i fedeli mentre la palla scorreva verso l’altare 
roteava e vibrava , gli occhi smarriti dei fedeli arrabbiati ,
ma il vecchio e buon pastore immerso di conoscenza della fede, 
sobbalzo come una illuminazione , prese la sfera con due mani
e alzo il pallone verso l'altare e verso l’alto dei cieli , 
era diventato fanciullo nell’anima , un lampo oro argento nel suo cuore giovane. 
il suo sorriso si spalancò come un bambino colto dallo stupore dall’amato Padre 
i suoi occhi si sgranarono di amore , guardando i bambini fermi sull'Arco del portone ..impauriti, 
fece segno di raggiungerli con un sorriso di un padre meraviglioso, era il suo carpe diem della vita 
è per la prima volta Gesù gli diede la possibilità di Leggere 
nella realtà il vangelo hai fedeli imbronciati e arrabbiati
che rimproveravano i bambini per aver fermato la messa nella sua solennità……
E alta voce fece sue le parole del nostro Signore. Era emozionato…

Mc 10, 13-16
""…i fedeli li rimproverarono. Gesù, al vedere questo, s’indignò e disse loro: 
«Lasciate che i bambini vengano a me, 
non glielo impedite: a chi è come loro infatti appartiene il regno di Dio. 
In verità io vi dico: chi non accoglie il regno di Dio come 
lo accoglie un bambino, non entrerà in esso». E, prendendoli tra le braccia, li benediceva, ponendo le mani su di loro.”"

Fece entrare i bambini gli diede la palla , li toccò come angeli di Dio
Sorrise e l’atmosfera si fece gioiosa……….l’alleluia si propagò in Amore di Gioia.
Portò la palla fino fuori alla chiesa, tenendo nelle mani i bambini che volarono via come il vento…. 
E gli disse , a messa Finita vi raggiungerò nel prato sotto la montagna
Per portavi l’acqua e del pane e mangeremo tutti insieme
Il sole è ancora alto, potremo vederlo tramontare insieme .
i fanciulli dei ricordi andati , ma sempre vivi in ognuno di noi
E l’Acqua fresca arriva al cuore in fogli bianchi pronti a 
Essere riempiti di semplicità della natura o della famiglia amata. 
I pastelli colorati sono tutti sul tavolo della libertà 
La creta si è fatta morbida con l’acqua pura dei pensieri 
modellando le frasi in forme di stelle e mondi celestiali 
Come l’’amore si risponde al cuore
Il cuore ti trasforma in un pennello a forma di cuore 
E solo A Gesù porgo il mio pennello del cuore 
per colorare il mondo, Lui insegna che mondo lo coloriamo noi
Noi siamo i colori primari della nostra fede
Solo stare tutti insieme possiamo creare il capolavoro
Tutti insieme è la strada , noi tutti siamo colori diversi, 
ma solo così si creano I capolavori con sfumature di chiaro e scuro, 
della natura, Non esiste un mondo senza colori 
La Luce giusta la porta nostro Signore come maestro del creato , 
come Michelangelo che dipinse il giudizio universale 

con gli occhi di Dio- 
Dipingere il giusto quello che solo la scuola dell’amare
Può insegnare dove non esistono i primi e gli ultimi
Ma L’uomo al centro che ruota intono all’universo
Il cerchio è la forma delle stelle dalla nostra terra , 
le nostre stelle sono la nostra sostanza 
Chi si incammina nella spirale perfetta a cerchio 
Non sarà mai primo e ultimo .
Un cammino infinito d’amore.

-----------------------------------------///________________________

Scritto n. 11 -2018
Grazie 
Roberto

­